Telefono +39 335 5290055

Mercoledì, 01 Giugno 2016 16:45

Ereditare un veicolo

Vota questo articolo
(0 Voti)

autoQuando tra i beni ereditati vi sono delle autovetture che appartenevano al de cuius è necessario seguire una prassi particolare. Come sappiamo l' autovettura non va inserita in successione,la prassi da seguire per intestarsi un' autovettura è quella di recarsi al PRA (pubblico registro automobilistico) dove dovremmo compilare tutta una serie di documenti, accettazione dell' eredità, trascrizione della stessa, pagamento delle varie imposte

COSA FARE PER EREDITARE UN' AUTOVETTURA

Molto spesso il cittadino non sa con esattezza cosa bisogna fare nel caso si debba ereditare un veicolo. La pratica per potersi intestare un' autovettura ereditata non è così complicata, però molto spesso per mancanza d' informazioni esatte preferiamo affidarci a terzi soggetti che giustamente chiedono un compenso per il lavoro fatto. Io penso che il cittadino debba essere posto in grado di poter scegliere se vuole affidare la pratica ad un' agenzia di disbrigo pratiche, ad un notaio o chicchessia oppure eventualmente disbrigarsela da solo.E' ovvio che se riusciamo a fare tutto da soli avremmo un risparmio per le nostre tasche.A volte invece siamo obbligati, pur non potendolo fare, a rivolgerci ad altre persone perchè non sappiamo bene come fare. Naturalmente per chi ha i soldi e non vuole perdere tempo negli uffici può affidarsi a chi meglio crede. In questa pagina cercherò di spiegarvi cosa fare nel caso dovete intestarvi un' autovettura ereditata e vogliate fare tutto da soli.

Gli uffici dove dovremmo recarci sono il PRA e l' ex motorizzazione civile (ora si chiama DTT dipartimento trasporti terrestri). Al PRA dovremmo fare tutta una serie di operazioni per poter avere il nostro certificato di proprietà dell' autovettura. Vediamo di seguito la documentazione da compilare.

PRIMA ANDIAMO AL PRA

1) Accettazione dell' eredità

Innanzitutto per poter ereditare un veicolo e quindi diventarne proprietari è necessaria l' accettazione dell' eredità del veicolo. E' necessario pertanto effettuare la dichiarazione di accettazione di eredità relativamente al veicolo. Con l' accettazione di eredità gli eredi in sostanza dichiarano di essere gli unici eredi ad avere diritto e che vogliono diventare proprietari dell' autovettura. L' accettazione dell' eredità andrà poi trascritta al PRA entro 60 giorni dalla data di accettazione dell' eredità. Se trascriviamo al PRA l' accettazione dopo i 60 giorni incorreremo in sanzioni.

L' autentica di firma dell' accettazione dell' eredità può essere fatta dai seguenti uffici:

- PRA (pubblico registro automobilistico)

- DTT (dipartimento trasporti terrestre) - ex motorizzazione civile

- Agenzie di pratiche auto purchè abilitate allo STA (sportello telematico automobilista)

- uffici comunali

- notai

Ora non so di preciso, ma credo che chi si rivolga ad un notaio o ad un' agenzia pratiche auto non debba preoccuparsi di fare tante trafile presso gli svariati uffici, potendo ritirare tutta la documetazione direttamente da chi prepara la pratica.Questa pagina pertanto è dedicata a chi vuole fare tutto da solo senza l' ausilio di terze persone. Credo che facendo in questo modo si possa velocizzare e risparmiare qualcosina.

Come dicevo sopra la prima cosa da fare è accettare l' eredità del veicolo. L' autenticazione di firma dell' accettazione può essere fatta dai soggetti che ho elencato prima, quindi PRA, DTT (ex motorizzazione civile), notai ecc. Visto che comunque dovremmo andare al PRA per il disbrigo della pratica, a questo punto mi sembra ovvio che potremmo fare tutto in una volta sola. Quindi al PRA potremmo fare l' autenticazione della firma e contestualmente la trascrizione.

accettazione eredita modulo esempio

Quello che ho inserito sotto è il modulo di accettazione eredità del veicolo che deve essere compilato dall' erede che vuole intestarsi il veicolo. Il modulo va compilato, autenticata la firma e trascritto al PRA. Tutti questi passaggi possono farsi direttamente presso il PRA. Nella prima parte vanno inseriti i dati dell' erede, poi i dati del de cuius, dati del veicolo e poi nuovamente i dati del de cuius. Il modulo è composto in realtà anche da un' altra pagina che vedremo più sotto. nella seconda pagina l' erede dovrà apporre solamente la firma...al resto ci penserà il funzionario del PRA con l' autentica della firma. E' necessaria per ' autentica di firma una marca da bollo da euro 16,00.

SCARICA IL PDF EDITABILE

C' è da precisare che i dati dati da inserire relativi al veicolo sono il numero di targa, il tipo del veicolo ed i numero del telaio. Tutti i dati possono essere ricavati dalla carta di circolazione.

2) Il modulo NP3

I primi dati da inserire nel modello NP3 saranno l' ufficio provinciale in cui andremo a presentare la pratica, il numero di targa e la tipologia di formalità che dobbiamo trascrivere. Nel caso di eredità di un veicolo scriveremo accettazione di eredità. Poi troviamo diversi quadri da compilare.

NEL QUADRO A inseriremo i dati della vettura. Nel campo "classe" scriveremo autovettura, poi inseriamo il numero del telaio dell' autovettura ed il numero di KW di potenza. Il campo codice lasciamolo in bianco.

NEL QUADRO B soggetto contro andiamo ad inserire i dati del de cuius. Andranno inseriti i dati anagrafici e i dati di residenza. Non mi soffermo su questi dati in quanto sono abbastanza intuitivi.Il campo "luogo di residenza frazione", lo compiliamo ovviamente solamente se abitiamo in una frazione di comune. Il campo "soggetti contro" possiamo lasciarlo in bianco.

NEL QUADRO C soggetto a favore andiamo ad inserire i dati dell' erede che deve intestarsi l' auto. Andranno inseriti i dati anagrafici e i dati di residenza. Non mi soffermo su questi dati in quanto sono abbastanza intuitivi.Il campo "luogo di residenza frazione", lo compiliamo ovviamente solamente se abitiamo in una frazione di comune. Il campo "soggetti a favore" possiamo lasciarlo in bianco.

Tutti gli altri quadri lasciateli in bianco in quanto saranno compilati dall' impiegato del PRA. Ovviamente mancano le firme che potete apporre anche quando sarete davanti allo sportello.

SCARICA IL MODELLO NP3 EDITABILE

Fin' ora abbiamo visto i due moduli che vanno sempre riempiti e consegnati al PRA in caso di eredità di un autoveicolo. Oltre a questi documenti è necessario presentare anche i sguenti:

- certificato di proprietà o foglio complementare in originale (se avete smarrito il certificato di proprietà sarà necessario esporre denuncia di smarrimento presso il comando della polizia o dei carbinieri). Al comando vi restituiranno 2/3 copie della denuncia di smarirmento che dovrete consegnare al PRA.

- carta di circolazione (originale + 2 fotocopie)

- documento d' identità dell' erede (originale + 2 fotocopie)

- codice fiscale dell' erede

Alla fine ci rimarrà solamente da pagare, la cifra varia in base alla potenza del veicolo e al numero di KW di potenza. 

POI ANDIAMO ALLA MOTORIZZAZIONE CIVILE

Una volta che avremmo compiuto tutte le operazioni al PRA e aver avuto il nostro CDP (certificato di proprietà) intestato a noi dobbiamo aggiornare la carta di circolazione. A questo punto dovremmo recarci presso la motorizzazione civile e portare con noi :

- fotocopia carta di circolazione + originale

- fotocopia documento d' identità valido

- fotocopia codice fiscale

- fotocopia certificato di proprietà

- versamento con bollettino postale di euro 16,00

- versamento con bollettino postale di euro 9,00

Letto 2059 volte

Lascia un commento

Assicurati di inserire tutte le informazioni richieste, indicata da un asterisco (*). Il codice HTML non è permesso. Grazie.